Microsoft e Google: Dati Trimestrali da Aprile 2013 a Giugno 2013

Microsoft: 19,9 Miliardi di dollari
Dati Trimestrali: da Aprile 2013 a Giugno 2013

Google: 11,1 Miliardi di dollari
Dati Trimestrali: da Aprile 2013 a Giugno 2013

I ricavi sia per Microsoft che per Google, secondo le previsioni degli analisti, sarebbero in calo.

Microsoft: calo dovuto alla diminuzione di vendite dei PC (computers) e lo stock di tablet invenduti di Surface

Google: il rallentamento della pubblicità online

591 Milioni di utenti internet in Cina

Dato in aumento del +10% rispetto al 2012.

E’ molto importante segnalare, dai dati diffusi oggi dal China Internet Network Information Centre, che su 591 Milioni di utenti internet in Cina, 464 Milioni di utenti internet, navigano online nel web, non attraverso i normali computers fissi o portatili connessi in rete, bensì attraverso i telefoni cellulari o altri prodotti come gli iPad.

In conclusione, sono 591 Milioni i cinesi che usano Internet, e quindi, il 44% della popolazione della Cina (su un totale di 1,3 Miliardi di persone) naviga sul web.

Crollano vendite computer (PC) del -10,9% nel 1° trim. 2013

I tablet sostituiscono i computers in particolar modo nella fascia bassa di mercato e nei paesi in via di sviluppo.

Secondo una ricerca effettuata da: Gartner,
si tratta del 5° calo consecutivo: le vendite sono scese a 76 milioni.

Classifica produttori:
1) Lenovo: con 16,7% della quota di mercato e 12,7 milioni di unita’ vendute
2) Hp
3) Dell

Vendite computer (PC) in calo per Acer e Asus.

Social Media? Stupidita’ collettiva per il 56% degli utenti internet

Ebbene si, lo sapevamo da tempo, che i social media possano creare dipendenza ma anche essere fonte di fobie come F.O.M.O., un acronimo che sta per ‘Fear of Missing Out’, anche se si sperava in una percentuale minore.
Di che cosa stiamo parlando ?
Della paura (stupidita’ – n.d.r.) degli utenti internet, se si allontana dai social network per un po’ di tempo, e di perdersi qualcosa o di essere tagliati fuori da notizie, eventi, aggiornamenti degli amici.

Siamo passati dall’anonimato e dalle paure dell’inserire i dati della carta di credito
di qualche anno fa, alla stupidita’ collettiva
, nello scrivere e leggere tutte le fesserie
degli amici, conoscenti, parenti, connessi mediante i “mitici” Social Media.

Costoro ignoravano ed ignorano l’esistenza dell’e-mail per comunicare, e proiettano i Social Media ad unico strumento per le comunicazioni private.
Siamo arrivati alla stupidita’ collettiva: il 56% degli utenti ha paura di essere tagliato fuori dal loro “mondo”.

Spegnete i Vostri “account Social” e fatevi una passeggiata fuori, nella vita reale, invece di stare incollati ai Vostri Social Netwotk preferiti.